Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
farmacia foto 2

Cresce la povertà sanitaria: 557mila italiani non riescono a comprare farmaci

Sono quasi 5 milioni gli italiani che oggi vivono in condizioni di povertà assoluta, il dato più alto degli ultimi dieci anni. E per tantissimi, anche curarsi diventa più difficile. Rispetto al 2015, la povertà sanitaria in Italia registra un forte aumento: nel 2016 è cresciuta dell’8,3% la richiesta di medicinali da parte dei 1.663 enti assistenziali (+1,3% rispetto allo scorso anno) sostenuti da Banco farmaceutico. Le confezioni richieste in occasione della Giornata di raccolta del farmaco (Grf) di sabato 13 febbraio sono state pari a 944mila unità.
Il raccolto generato dalla Grf, pari a quasi 354mila confezioni, ha consentito di coprire il 37,5% del fabbisogno espresso. A queste, tuttavia, vanno aggiunte 1,2 milioni confezioni raccolte nei primi otto mesi del 2016 attraverso il sistema delle donazioni aziendali.
E’ quanto emerge dal Rapporto 2016 – Donare per curare: Poverta’ sanitaria e donazione Farmaci, promosso dalla Fondazione Banco farmaceutico onlus e BFResearch e realizzato con il sostegno di Ibsa dall’Osservatorio Donazione farmaci di Banco farmaceutico. Hanno contribuito Cei, Acli, associazione Medicina e Persona, Unitalsi, Caritas italiana.

In tre anni, la richiesta di farmaci è salita del 16%, a fronte del costante aumento degli indigenti assistiti: gli utenti complessivi sono cresciuti nel 2016 del 37,4% (nel 2016, gli enti sostenuti da Banco farmaceutico hanno aiutato oltre 557mila persone, il 12% dei poveri italiani). Gli aumenti maggiori si evidenziano al Nord Ovest (+90%) e al Centro (+84%). La crescita più significativa è tra gli stranieri (+46,7%), i maschi (+49%) e le persone sopra i 65 anni di eta’ (+43,6%).

Ma le difficoltà non riguardano solo i poveri: oltre 12 milioni di italiani e 5 milioni di famiglie hanno dovuto limitare il numero di visite mediche o gli esami di accertamento per motivazioni di tipo economico.

Intanto sempre più precaria la condizione dei minori in Italia: secondo l’Atlante dell’infanzia di Save the
Children, quasi un minore su tre è a rischio povertà ed
esclusione sociale, mentre i bambini di 4 famiglie povere su 10
soffrono il freddo d’inverno per la mancanza di riscaldamento.
Da una delle mappe dell’Atlante, elaborata dall’Ingv, emerge
inoltre che 5,5 milioni di bambini e ragazzi sotto i 15 anni
vivono in aree ad alta e medio-alta pericolosità sismica.

  • Gustavo Woltmann |

    la sanità non può essere esclusivamente affare da ricchi..

  • Gustavo Woltmann |

    la sanità non può essere una roba da ricchi..

  Post Precedente
Post Successivo